L'importanza religiosa di Trani,sede Arcivescovile è concentrata sulla devozione alla Vergine Maria.Tale indole,è autorevolmente messa in luce da un monumento di fede mariana,"il Santuario della Madonna di Fatima",edificato nel 1957 dai PP.Rogazionisti presenti nella "Città di Maria" dal 1931.Indimenticabile,il ricordo di P.Gerardo Onorato presenza ispiratrice del progetto mariano di Monfortana spiritualità.Il 16 Luglio 1958 il grandioso Tempio in onore della B.V. di Fatima viene elevato a Santuario Mariano Diocesano.L'anno seguente la città viene nuovamente consacrata al Cuore Immacolato di Maria.Il 6 Settembre 1961 il Sommo Pontefice Giovanni XXIII in udienza generale a Castelgandolfo benedice la nuova statua della madonna proveniente da Fatima;la stessa verrà incoronata il 15 Ottobre 1961 e solennemente collocata nel suo Santuario,arricchito da indulgenze.







giovedì 15 settembre 2011

50° anniversario dell’arrivo della statua della Madonna di Fatima

Il 17 settembre per il nostro Santuario, dedicato alla Vergine di Fatima,
ricorre un importantissimo anniversario alla quale tutti i fedeli sono invitati
a prendere parte; ricorre infatti il Cinquantesimo anniversario dell’arrivo
della Statua della Madonna che si venera nel nostro Santuario, da Fatima a
Trani.
La suddetta statua, che da mezzo secolo domina solenne il santo Tempio, fu benedetta da Sua Santità Giovanni XXIII a Castelgandolfo il 06 settembre 1961, nell’udienza generale delle 10,30, con la partecipazione di tutti i Direttori delle case rogazioniste, e una loro rappresentanza.
Questa statua fu commissionata da P. Gerardo Onorato, pregando Mons. Antonio Borges, Rettore del Santuario di Fatima, di occuparsi della cosa e di accoglierlo per qualche
giorno presso il Santuario delle Apparizioni. Il Rettore, in data 1° aprile
1960 rispose affermativamente a tutte le richieste. Il p. Onorato, su richiesta
del Superiore Generale di allora, p. Luca Appi, fece richiesta che l’immagine
della Madonna fosse esattamente uguale a quella pellegrina nel mondo. Otto mesi
dopo questa richiesta,  la statua era pronta e Mons. Borges invitava p. Onorato
a preparare tutto il necessario per il prelevamento. Inoltre richiese al
Rettore due foto della statua in modo da poter preparare per tempo le immagini
della Madonna al suo arrivo.Il superiore Generale con un gruppo di Sacerdoti raggiunse Fatima per la storica consegna della statua che fu consegnata dal Vescovo Mons. Pereira (che mise nelle mani di Maria una corona del Rosario), al P. Luca Appi.
Prima di arrivare in Trani, sostò, come già detto presso il Sommo Pontefice dove fu
benedetta e tutto a Trani fu preparato affinchè l’accoglienza della Vergine
fosse più solenne possibile con una sacra Missione cittadina predicata da
ventisei Padri Passionisti e il programma delle celebrazioni conclusive, con l’
incoronazione della Statua da parte di Sua Em.za Card. Castaldo, Arcivescovo di
Napoli, nei giorni di ottobre.“Come un giorno, vivo e reale, la Madonna venne dal cielo e pose il Suo piede immacolato sul cespuglio della Cova d’Iria, per parlare in nostro favore ai tre pastorelli, così Il 17 settembre 1961, nella luce di una sera autunnale, in
immagine, scese lieve dal cielo verso l’abbraccio di oltre ventimila figli, che
nel campo sportivo di Trani Le tendevano le braccia e Le offrivano, quale
tappeto regale, il palpito dei cuori, profumati d’amore.”E così la Vergine scese con un elicottero accompagnata da Mons. Pereira che, una volta sceso, consegnò la statua nelle mani dell’Arcivescovo locale, Mons. Addazi. Si formò quindi un lungo corteo che accompagnò con preghiere e inni, la Statua nella sua casa, nel suo Santuario, edificato esclusivamente con il contributo dei fedeli.L’indomani 18 settembre, il Vescovo Pereira consacrò i tre altari del Santuario.
Articolo di Maurizio  Di Reda

Nessun commento:

Posta un commento