L'importanza religiosa di Trani,sede Arcivescovile è concentrata sulla devozione alla Vergine Maria.Tale indole,è autorevolmente messa in luce da un monumento di fede mariana,"il Santuario della Madonna di Fatima",edificato nel 1957 dai PP.Rogazionisti presenti nella "Città di Maria" dal 1931.Indimenticabile,il ricordo di P.Gerardo Onorato presenza ispiratrice del progetto mariano di Monfortana spiritualità.Il 16 Luglio 1958 il grandioso Tempio in onore della B.V. di Fatima viene elevato a Santuario Mariano Diocesano.L'anno seguente la città viene nuovamente consacrata al Cuore Immacolato di Maria.Il 6 Settembre 1961 il Sommo Pontefice Giovanni XXIII in udienza generale a Castelgandolfo benedice la nuova statua della madonna proveniente da Fatima;la stessa verrà incoronata il 15 Ottobre 1961 e solennemente collocata nel suo Santuario,arricchito da indulgenze.







giovedì 1 maggio 2014

Maggio con la Vergine Maria





                                                
 12 MAGGIO 2014
                                                                                                                                                      
 ore 20:00     Veglia Mariana con benedizione dei bambini   

 SOLENNITÁ DELLA “MADONNA DI FATIMA”
                                                    
 Sante  Messe in Santuario  ore  ore  07,00  -09,00 -10,30 -12,15
 Recita del S.Rosario  ore 11,30
Supplica alla “Madonna di Fatima” ore 12,0
Santuario S.Antonio  Celebrazione Eucaristica ore 18,15
Processione ore 19,00 con partenza da Santuario di S.Antonio  con il seguente:
 via De Roggero, via  Aldo Moro, piazza della,Repubblica, via M. Pagano, via Marsala,c.so V. Emanuele, via De Robertis , via SantAnnibale Maria Di Francia,  Santuario-Parrocchia  Madonna di Fatima.
10° Anniversario della Canonizzazione di  Sant’Annibale Maria Di Francia
16 Maggio ore 19,00  Solenne Celebrazione Eucaristica
                        Conclusione del Mese Mariano
31 Maggio ore 17,30 
Processione campestre con S. Rosario da Villa Dragonetti al Santuario  Madonna di Fatima  
con  la  partecipazione  dell’Associazione  AVIS
                                    

                              

                        


4º ANNO DELLA CELEBRAZIONE DEL
CENTENARIO DELLE APPARIZIONI DI FÁTIMA



«Avvolti nell’amore di Dio per il mondo»
L’anno pastorale 2013-2014 sarà dedicato all’apparizione di luglio



Il Santuario, dal 2010, sta percorrendo un cammino di preparazione e celebrazione del Centenario delle Apparizioni. L’itinerario tematico, che sta guidando la vita del Santuario nel corso dei sette anni, intende portarci ad approfondire i temi più significativi del Messaggio di Fatima, legandoli insieme in modo organico e coerente.   Il punto di partenza per ciascun anno è una delle apparizioni della Madonna, il che permette di identificare le idee fondamentali del Messaggio di Fatima, trovando per ciascuno dei sette cicli annuali un insieme di proposte capaci di presentarlo ed illuminarlo.

L’anno pastorale 2013-2014 sarà dedicato all’apparizione di luglio. Il tema scelto è: «Avvolti nell’amore di Dio per il mondo». L’ispirazione per il tema è stata data dalla preghiera stessa che la Madonna ha insegnato ai Pastorelli in luglio: «O Gesù, è per amor Vostro …». Questa apparizione è particolarmente ricca di contenuti, perciò la maggior difficoltà è stata quella di identificare un aspetto che li unificasse. Si è optato per la frase ”amore di Dio per il mondo”, come dimensione che meglio permette avvicinare i diversi contenuti del Messaggio di Fatima, comunicati in questa apparizione.

Dopo aver esortato i Pastorelli a pregare il rosario tutti i giorni, la Madonna disse loro: «Sacrificatevi per i peccatori, e dite molte volte, specialmente ogni volta che fate qualche sacrificio: O Gesù è per amor Vostro, per la conversione dei peccatori e in riparazione dei peccati commessi contro il Cuore Immacolato di Maria». Questa è una preghiera di consegna e di offerta dei sacrifici che si fanno. La preghiera è rivolta  a Gesù Cristo, perché attraverso i nostri sacrifici noi ci uniamo all’offerta di Cristo sulla croce per noi. E la preghiera, esplicita la motivazione di tutti i sacrifici che i Pastorelli facevano: «è per amor Vostro». E’ per rispondere all’amore di Dio, di cui i Pastorelli hanno fatto una forte esperienza, che essi erano disposti a fare sacrifici. Era l’amore che li motivava: l’amore di Dio, che la Madonna aveva dato loro di conoscere e sperimentare e al quale cercavano di corrispondere.

L’apparizione di luglio è anche segnata da un’altra preghiera, una giaculatoria, insegnata da Nostra Signora ai Pastorelli: «Quando recitate il rosario, dopo ogni mistero dite: O Gesù mio! Perdonateci, liberateci dal fuoco dell’inferno, portate in Cielo tutte le anime, specialmente quelle che ne hanno più bisogno». Seguendo la volontà espressa dalla Madonna, ripetiamo questa preghiera dopo ciascun mistero del rosario. Ma ancora una volta, ciò che giustifica la preghiera per i peccatori è l’amore: l’amore di Dio per ciascuno di essi e l’amore che ciascun credente è invitato ad avere per essi, come risposta all’immenso amore di Dio.

E’ ancora nell’apparizione di luglio che la Madonna confida ai Pastorelli il famoso Segreto. Ora, ciò che il Segreto ci fa conoscere è l’immenso amore di Dio per il mondo; è che la nostra storia non è estranea a Dio che, poiché ci ama infinitamente, non permette che essa sia incamminata verso l’abisso.

Siamo realmente “avvolti nell’amore di Dio per il mondo”!

Questa tematica ci riconduce al centro del messaggio cristiano e al nucleo del Messaggio di Fatima. La rivelazione di Dio come amore costituisce veramente il “midollo”, cioè la parte essenziale del messaggio cristiano. S. Giovanni l’ha espresso nel modo seguente: «Dio è l’amore; chi sta nell’amore dimora in Dio e Dio dimora in lui» (1 Gv. 4,16). Ma qui c’è anche il nucleo fondamentale del Messaggio di Fatima, che siamo invitati a scoprire: l’amore di Dio che i Pastorelli hanno sperimentato in modo così intenso, da cambiare la loro vita; la riparazione; la devozione al Cuore Immacolato di Maria ….

Il tema del nuovo anno pastorale è un invito, partendo dal Messaggio di Fatima, a prendere coscienza di questo grande amore di Dio per noi; ma è anche sfida a vivere concretamente questo amore a Dio e ai fratelli, a somiglianza dei Pastorelli.

Carlos Cabecinhas, Rettore

Nessun commento:

Posta un commento